Crea sito

Utenti in linea

2 visitatori


Categorie


Argomenti


Archivi

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Libri di fisica

  • Fisica sperimentale
  • Lezioni per Meccanica
  • Esercizi per Meccanica
  • Lezioni per Termodinamica
  • Esercizi per Termodinamica
  • Lezioni per Elettromagnetismo
  • Esercizi per Elettromagnetismo
  • Lezioni per Onde

Codice QR

Maurizio Zani - http://www.mauriziozani.it

I MOOCs di fisica sperimentale

POKIl Politecnico di Milano ha lanciato il portale POK per i propri MOOCs sviluppato su piattaforma “open” edX, con la filosofia di essere corsi per colmare le lacune nei passaggi chiave del percorso universitario:

“MOOCs to bridge the gaps”

I passaggi considerati sono:

MOOC livello 1 Scuola superiore -> Università
MOOC livello 2 Laurea triennale -> Laurea magistrale
MOOC livello 3 Università -> Mondo del lavoro

In questo contesto ho curato e coordinato i due MOOCs di fisica, che si collocano tra quelli relativi al passaggio Scuola superiore -> Università:

  1. Introduzione alla fisica sperimentale: meccanica, termodinamica
  2. Introduzione alla fisica sperimentale: elettromagnetismo, ottica, fisica moderna

Ogni corso ha frequenza libera e gratuita, ed affronta le relative tematiche partendo dall’applicazione del metodo sperimentale, con l’obiettivo di preparare al meglio l’ingresso all’università.

——————–

Perché questo articolo: perché molte sono le risorse che son state messe in campo ed il tempo complessivo speso, e quindi del progetto si deve mantenere memoria (nel merito e nel metodo) per riconoscere il lavoro delle molte persone coinvolte.

Nel merito: cosa siano i MOOCs (Massive Open Online Courses) è presto detto, sono corsi fruibili online da un elevato numero di utenti, proprio perché non è necessario essere in aula in un particolare giorno ed ora….

Le lezioni sono preregistrate in video, ed integrate abitualmente con dettagli reali (ad esempio oggetti utilizzati come supporto o dimostrazione) o virtuali (ad esempio scritte o immagini digitali sovraimpresse al video).

Alle lezioni si affiancano video di esercizi e di approfondimenti, esperimenti, e quiz riepilogativi per avere una auto-valutazione ed una misura dell’apprendimento.

Il MOOC non è quindi la mera ripresa in aula delle lezioni o delle esercitazioni, ma una forte integrazione tra il messaggio didattico da comunicare e la forma comunicativa considerata (in questo caso multimediale) e valorizzata affinché tale messaggio giunga al destinatario.

Nel metodo: ogni tipologia di video richiamata sopra è registrata con una diversa modalità, così da essere subito identificabile. Ho scelto una ripresa frontale+zenitale per le lezioni, una lavagna verticale di vetro per gli esercizi, ed una ripresa nell’ufficio dell’ “esperto di turno” per gli approfondimenti.

Sui video appaiono in sovraimpressione le parole chiave delle definizioni introdotte e dei teoremi presentati, e su un formulario vengono riportate le espressioni analitiche delle principali proprietà fisiche (leggi, teoremi, principi).

A fianco di ogni video si trova la trascrizione del testo, sincronizzato col video stesso, così da consentire lo spostamento del video nel punto desiderato semplicemente cliccando sulla porzione di testo relativa.

C’è inoltre un forum a disposizione degli studenti in cui poter fare domande, e le cui risposte provengono principalmente da altri studenti del medesimo corso per velocizzare il processo di risposta; i docenti sono comunque presenti come amministratori del forum e controllano le domande inserite e le relative risposte.

——————–

Più di tante parole è però efficace la visione dei differenti video, così da potersi farsi un’idea diretta di quale sia la potenza comunicativa e didattica di cui sono portatori.

Il progetto ha coinvolto molti soggetti tra i colleghi del Dipartimento di Fisica ed i tecnici del Metid, entrambi afferenti al Politecnico di Milano. Per avere un’idea

  • per il I MOOC sono state necessarie 20 sessioni per un totale di 80 ore di registrazione, cui si devono aggiungere circa altrettante ore di preparazione e circa altrettante di post-produzione e successivo controllo. Il tutto ha portato alla produzione di 100 video tra lezioni ed esercizi, e 90 quiz intermedi e finali;
  • per il II MOOC sono state necessarie 20 sessioni per un totale di 80 ore di registrazione, cui si devono aggiungere circa altrettante ore di preparazione e circa altrettante di post-produzione e successivo controllo. Il tutto ha portato alla produzione di 70 video tra lezioni ed esercizi, e 60 quiz intermedi e finali.

Grazie quindi a: Daniele Albricci, Federico Bottegoni, Matteo Bozzi, Federica Brambilla, Gianlorenzo Bussetti, Davide Contini, Gianfranco Elia, Cristian Manzoni, Andrea Parisi, Dario Polli, Marco Re, Rebecca Re, Susanna Sancassani, Cristina Varisco, Caterina Vozzi

Buona fisica!

——————–

Riepilogo degli iscritti

Edizione dal al Fisica 1 Fisica 2
I 03/06/2014 04/11/2014 1705 806
II 05/11/2014 21/12/2014 319 278
III 22/12/2014 11/02/2015 357 271
IV 12/02/2015 05/04/2015 566 421
V 06/04/2015 07/06/2015 474 338
VI 08/06/2015 27/07/2015 301 253
VII 28/07/2015 06/09/2015 432 272
VIII 07/09/2015 31/10/2015 1295 727
IX 01/11/2015 27/12/2015 257 213
X 28/12/2015 21/02/2016 380 381
XI 22/02/2016 17/04/2016 568 392
XII 18/04/2016 12/06/2016 358 294
XIII 13/06/2016 28/08/2016 641 410
XIV 29/08/2016 06/11/2016 939 552
XV 07/11/2016 15/01/2017 281 219
XVI 16/01/2017 19/03/2017 340 287
XVII 20/03/2017  09/07/2017 653 520
XVIII 10/07/2017  13/09/2017
tot     9866 6634

——————–

Rassegna stampa


Un commento

Lascia un commento

Puoi utilizzare questi codici HTML

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code class="" title="" data-url=""> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong> <pre class="" title="" data-url=""> <span class="" title="" data-url="">

  

  

  

*